Home » Area Archeologica di Tamuli

31 agosto 2014

6-betili.jpg

L’area archeologica di Tamuli è datata all’età del Bronzo Medio (1500/1200 a.C.) è costituita dal nuraghe, il villaggio, tre tombe di giganti e sei betili

Posizione geografica:

Il complesso di Tamuli sorge a pochi chilometri dall’attuale centro abitato di Macomer, nei pressi della montagna di S. Antonio nelle ultime propaggini della catena del Marghine prima che questa si congiunga con il Montiferru.

Descrizione:

Esso consiste in un “nuraghe” di tipo complesso costruito sulla roccia basaltica affiorante ai piedi del quale sorse poi il villaggio, costituito oggi da una decina di capanne (circolari e pseudorettangolari), il tutto racchiuso dall’antemurale, e da tre tombe di giganti del tipo “a filari”. Accanto a una delle tombe si possono ammirare i sei betili, tre maschili e tre femminili, conosciuti localmente col nome di perdas marmuradas. Nell'area dell'esedra e tutt'intorno alle tombe sono presenti numerosi conci finemente martellinati e di varie forme e grandezza.

Informazioni

L'area è aperta tutti i giorni, con orario continuato dalle 9.30 fino a 30 minuti prima del tramonto. Per info: 347 9481337 o esedraescursioni@libero.it
 
Tags: